Il nostro gruppo .

Abbiamo cambiato solo il nome, ma non la nostra identità e le nostre idee : da "Tutti per Cogoleto" a "Popolo della  Libertà-Lega Nord", scelta motivata da esigenze di chiarezza, trasparenza, famigliarità verso simboli conosciuti e inconfondibili: quando ci siamo presentati alle elezioni comunali, il Popolo della Libertà non esisteva ancora, oggi è una realtà anche nel nostro paese, per cui abbiamo ritenuto utile e conveniente adeguarci e riconoscerci nel simbolo nel quale si riconoscono più di otto milioni  di elettori  italiani.

 

Composizione

Maria Elena Dagnino   insegnante                Popolo della Libertà- capogruppo

Giovanni Siri                medico-chirurgo      Popolo della libertà -coordinatore comunale

Federico Giusto            studente medicina    indipendente

Francesco Biamonti      commerciante          Lega Nord

 

La nostra attività in Consiglio Comunale  si esplica attraverso

-la partecipazione alle sedute  con  interventi sui vari argomenti  all'ordine del giorno

-la presentazione di interpellanze  con discussione  in cui i vari consiglieri possono intervenire

-la presentazione di interrogazioni con discussione  del solo interrogante  con risposta del sindaco o dell'assessore interessato oppure  di interrogazioni su cui si chiede risposta scritta

-la presentazione di  mozioni  discusse dai vari consiglieri con voto finale.

 

 

Vi presentiamo l'ultima mozione proposta  dal nostro giovane consigliere Federico Giusto  e   approvata all'unanimità dal Consiglio:

 

UN  INIZIO  di  FEDERALISMO FISCALE.

Il 17 dicembre scorso in Consiglio Comunale è stata approvata all'unanimità (15 voti favorevoli su 15) la mozione presentata dal nostro gruppo  e in particolare dal nostro giovane consigliere Federico Giusto, riguardante l'assegnazione ai Comuni del 20% della compartecipazione all'IRPEF. Con la delibera si approva e si sostiene il testo della proposta di legge ( che riportiamo a conclusione)in materia di finanza  pubblica e di  federalismo fiscale che prevede, come detto, l'assegnazione ai Comuni del 20% dell' IRPEF con contestuale azzeramento agli stessi dei trasferimenti statali ordinari, sempre più insicuri; inoltre si incarica il Sindaco di sottoscrivere il predetto testo, da trasmettersi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L'idea è venuta al Sindaco del Comune di Crespano del Grappa, in Veneto (il Sindaco è un laureato in matematica ed assessore al bilancio). Da lì è nato un vero e proprio movimento che ad effetto domino si è espanso in quasi tutte le regioni del nord. Anzi in Piemonte è stato fondato il movimento dei Sindaci del Piemonte (idea venuta al sindaco di Busca, Luca Gosso che è stato personalmente contattato ) che raggruppa buona parte dei Comuni piemontesi: tutti i Comuni che aderiscono a questo movimento hanno approvato  quasi sempre all'unanimità  tale deliberazione ,come è stato fatto qui a Cogoleto che è stato anzi il primo Comune  a prendere l'iniziativa in Liguria.

La proposta nasce dalla difficile situazione in cui versano i Comuni, compreso il nostro, circa la gestione del bilancio: si può andare incontro ad una diminuzione dei trasferimenti statali se non si rispetta il patto di stabilità definito in sede europea.

I vincoli imposti dal patto di stabilità nel campo degli investimenti, in una situazione di piena recessione economica, sono poco comprensibili e di fatto impediscono che la spesa pubblica degli enti locali nel settore della realizzazione delle infrastrutture possa dare il suo contributo in termini di occupazione e di movimento di capitali.

La proposta di legge elaborata dai Sindaci del Veneto cerca di smuovere una situazione drammatica che ha trasformato i Comuni da motori di sviluppo dell'attività economica a meri gestori dell'esistente, e ciò nella migliori delle ipotesi, in quanto in generale le amministrazioni locali dovranno addirittura pensare ad una riduzione delle loro attività.

Inoltre, considerato che dai Comuni passa il 43% degli investimenti pubblici e visto che versiamo in un momento di crisi, è necessaria una ripresa delle opere pubbliche.

Ecco quello che si verrebbe a creare nel nostro  Comune se un domani la proposta di legge diventasse realtà:

Cogoleto versa allo stato quasi 25 milioni di euro di IRPEF(ultimi dati quelli del 2006 )

Il totale dei trasferimenti che ritornano al Comune ammonta a 1.758.000

Con la ritenuta del 20% resterebbero oltre 3 milioni di euro!

Inoltre secondo l'articolo 3 della presente proposta di legge è giudicato opportuno che parte della quota che rimarrebbe ai Comuni più grandi debba essere utilizzata per un fondo perequativo regionale di compensazione ai piccoli Comuni della regione Liguria. In pratica ogni Comune che beneficia della proposta devolve un contributo (in proporzione a quanto riceve) da destinare ai Comuni con meno abitanti che subirebbero una diminuzione delle entrate.

 

In conclusione desideriamo affermare che non è impossibile per il Governo trovare i soldi , basterebbe contenere gli sprechi (presenti futuri e passati, quindi altolà alle inutili e poco proficue strumentalizzazioni). Pensiamo al costo della Camera dei Deputati: 1miliardo di euro, per non parlare dei dipendenti pubblici che ci costano ben180 miliardi di euro.

Il Governo non è , per ora , molto disposto ad accettare tale proposta, ma il 10 dicembre si è aperto un tavolo a Roma a cui  hanno partecipato, oltre ad esponenti del Governo (tra i quali il presidente della Camera Fini e  il ministro Tremonti) e dell'ANCI,  anche il dottor Guadagnini Sindaco di Crespano del Grappa,da cui è partita la proposta.

I passi da fare sono ancora molti ma sicuramente serve una compartecipazione di Comuni  più numerosa possibile affinché la voce arrivi sempre più forte a Roma.

Abbiamo inviato tale proposta di legge  sia ai consiglieri comunali di Varazze che di Arenzano.

segue

Segnalate link non funzionanti : webmaster@pdlcogoleto.it                                                                                                                                                                                                    webmaster duebi

www.cogoleto.info