www.cogoleto.info

Casella di testo: lavori: il tempo necessario per prendere visione della pratica,essendo già stato appaltato il lavaro, affidato ad una  impresa  di Brescia.
Cammino lungo e difficile quello del depuratore di Vesima,avviato nel lontano 2003, che servirà i due comuni di Arenzano e Cogoleto,  gli unici  tra Genova e Savona a non averlo.


23-10-2010
Il senatore Giorgio Bornacin  a Cogoleto

Invitato dal PDL di Cogoleto, Giorgio Bornacin  ha visitato sabato 23 ottobre la zona Molinetto per rendersi conto di persona dei danni arrecati dalla recente alluvione.Il coordinatore Gianni Siri, il vice Edmondo Alessandri e la  capogruppo del PDl in Comune Maria Elena Dagnino gli hanno illustrato gli altri danni"che non si vedono" cioè soprattutto la fognatura Sciarborasca-Cogoleto lungo il torrente Rumaro che è stata trascinata via dall'acqua in piena.
Il senatore ha promesso il suo appoggio ed intervento  nelle sedi opportune per rimediare ai gravi danni che hanno colpito anche Cogoleto.


19/10/2010
     Incontro  Regione Provincia e Comune 
per i danni dell'alluvione.

Lunedì 18 ottobre nell'aula consiliare del Comune di Cogoleto si è svolto un incontro tra  l'assessore all'ambiente della Regione Briano, il presidente della Provincia Repetto, alcuni assessori provinciali-Perfìdi Fossati Corradi- e  i consiglieri comunali: c'erano anche  per il PDL Dagnino, per la Lega Biamonti, per il gruppo misto Pansolin.
Ecco in sintesi cosa si è detto.
Intervento di Repetto:l'incontro vuole essere soprattutto tecnico e non politico, per  individuare quali procedure e indirizzi mettere a fuoco  al fine di  risolvere i problemi.
Il Sindaco  elenca i danni subiti, che non sono così "visibili" come a Varazze e a Sestri, ma che sono consistenti e che riguardano l'acquedotto (molte prese dell'acqua saltate, la fognatura Sciarborasca -Cogoleto distrutta, la zona Molinetto e la foce del torrente Arrestra molto danneggiate).
Il sindaco inoltre informa che in Comune è attivo un ufficio della Camera di Commercio per la denuncia dei danni subiti.
Briano:la Regione è disponibile a dare una mano, già stanziati 2.600.000 euro per le attività produttive, poi ci saranno i 10 milioni promessi dalla Protezione Civile, come primo aiuto.L'ordinanza stabilisce anche l'esenzione dalle tasse per le attività produttive danneggiate.
Un primo calcolo dei danni in Liguria ammonterebbe a 200 milioni!
Il presidente Burlando è stato nominato commissario straordinario.


I tecnici della Provincia presenti parlano degli interventi necessari per l'acquedotto e la fognatura:14 per l'acquedotto e 7 per la fognatura, con innovazioni perché non si ripeta quanto avvenuto, che certamente è stato eccezionale. Le prese negli alvei dei torrenti sono state ripristinate provvisoriamente; l'intervento più costoso e urgente sarà la ricostruzione  della fognatura che scende da Sciarborasca lungo il torrente Arrestra, se non vogliamo trovarci il mare inquinato la prossima  estate: spesa prevista  euro 2.500.000.
Indispensabile anche la messa in sicurezza della foce dell'Arrestra per la salvaguardia delle case.
Vengono chieste informazioni anche per la strada di accesso al mare alla foce del Lerone perché possa  iniziare la bonifica della spiaggia già programmata e che doveva partire proprio il lunedì dell'alluvione:la strada, costruita in touvenant(materiale leggero) perché ,in caso di alluvione, non ingombri la foce del torrente,sarà quanto prima ripristinata;verrà costruita una pista lungo il torrente per l'accesso  alla spiaggia nel giro di...15 giorni.
Il problema grave comunque, al di là delle singole competenze, è trovare i fondi necessari,per il reperimento dei quali tutti promettono di impegnarsi.
Casella di testo: 09/10/2010
	Guido  Bertolaso  alla Stoppani



Guido Bertolaso, il capo della Protezione Civile ,è stato più di un'ora alla Stoppani  dove ha potuto  rendersi conto di persona  della situazione. Da uomo pratico e concreto qual è ha capito subito due cose:
- che il lavoro fatto ad oggi è molto positivo, tant'è vero che si è complimentato con il commissario governativo e il suo vice
-che le criticità denunciate difronte alla revoca dell'emergenza da lui presentata a giugno, sono evidenti e non possono essere risolte dagli organi ordinari ma è necessario prorogare la presenza del commissario governativo.
I fondi  sono in parte già   reperiti per il 2011, per cui si andrà avanti  con il commissariamento.
Siamo grati a Bertolaso e al Governo che ha proclamato  lo stato di emergenza per le località investite dall'alluvione di lunedì,occasione purtroppo infelice , ma che ha permesso una visita quanto mai opportuna per Cogoleto.
I rivi di Cogoleto non hanno provocato danni gravi come in passato: diamo atto all'Amministrazione di aver raccolto la lezione, ma purtroppo il Lerone ha fatto un danno grave per noi: ha portato letteralmente via la strada che,costruita dalla Stoppani negli anni settanta, correva lungo il letto del torrente per cui l'impresa, che deve bonificare la spiaggia  fino allo Scoglio, non può  dare inizio ai lavori. Progetti e finanziamenti sono stati approntati :lunedì l'impresa, che ha già bonificato positivamente la zona-mare di Marina Grande e ha ricostruito il molo del Lerone, non ha potuto cominciare la tanto attesa bonifica.Immediatamente  sono stati interessati  la Pronvincia e il Comune .Si spera che la situazione possa essere risolta entro la prossima settimana: ve ne daremo prontamente notizia , perché tale bonifica è un punto fermo e irrinunciabile per noi cogoletesi.
Vogliamo infine ringraziare tutti quelli che individualmente o tramite le associazioni di appartenenza-Protezione Civile, le varie Croci, i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, gli addetti di Amter e Sater,l'Avis-hanno lavorato per rimediare ai danni dell'alluvione.
                                                                                                                         		PDL  COGOLETO

16-09-2010

… problema Stoppani

Cara Maria Elena

quanto tu mi comunichi mi preoccupa fortemente e non vorrei che  si facesse allo scarica barile e il problema alla fine nessuno lo risolve.
Per parte mia scriverò  subito al Presidente della Regione per capire quali aiuti possa garantire ed al tempo stesso proporrei a te ed agli amici di Cogoleto di organizzare banchetti per raccogliere firme di protesta da mandare in Regione ed a Roma.
Se lo vorrete per me sarebbe un piacere ed un dovere poter essere con voi a raccogliere le firme , basta che mi comunichiate la data con un minimo di anticipo e ci sarò.
Un caro abbraccio a te ed agli amici del coordinamento.

					Matteo Rosso

....a proposito di       
MONDADORI

Nelle bacheche del PD di Cogoleto è comparsa una fotocopia di un articolo di giornale (Repubblica?) sulla Mondadori, dove si accusa Berlusconi di aver voluto una legge "ad aziendam"(latino maccheronico).
Quelli del PD o sono ignoranti o in malafede: tertium non datur! (latino vero).
La legge dice  che se un'azienda ha una causa con l'Amministrazione finanziaria che dura da più di DIECI anni e ha avuto ragione nei primi DUE gradi di giudizio, può estinguere il contenzioso pagando il 5% della somma contestata, evitando così il terzo grado di giudizio in