www.cogoleto.info

Casella di testo: bilancio.
Innanzitutto la scarsissima informazione che giunge ai cittadini elettori e pagatori delle tasse che costituiscono la base del bilancio,tanto che la discussione dello stesso si svolge fra pochi consiglieri in consiglio comunale mentre la gran parte di essi  o non interviene o lo fa sporadicamente e a volte su argomenti marginali o...dorme, legge, chiacchera.
Poi l'incapacità di eliminare le sacche di spreco una per tutte l'orto botanico(spese 55.799 euro, entrate 272 euro!) che da sempre caratterizza le Amministrazioni di sinistra.
E ancora le mancate risposte alle nostre richieste di riparametrare la tassa sui rifiuti delle seconde case in modo da alleggerire quella eccessiva pagata da certi esercizi commerciali e di aumentare i controlli sul mancato pagamento dell'ICI  di chi usa la furbata della residenza ad es. del marito a Milano e della moglie a Cogoleto, per cui non viene  pagata l' ICI, risultando prima casa.
Infine la  mancata programmazione nel medio-lungo termine del futuro del paese che sarà obbligatoriamente legato allo sviluppo turistico e di cui  la sinistra da troppi anni al potere, sembra non accorgersi.
Noi del PDL ci siamo altresì soffermati sull'approvazione del federalismo regionale, perno della riforma delle autonomie  locali: una riforma che ha preso l'avvio, che potrà essere migliorata."Il federalismo è come un diesel, non si può immaginare  che parta di colpo" ha detto bene il ministro Tremonti, ma è fondamentale perché fissa  finalmente  gli standard di spesa oltre cui non si potrà andare.Una tappa quindi importante- alla faccia dei vari Casini e Bersani che dicono che non si fa niente-per l'affermazione di quelle realtà territoriali   indicate  già da don Sturzo, il primo in Italia a parlare  di autonomie locali.
Abbiamo criticato inoltre alcune scelte fatte dall'Amministrazione:
-la forte diminuzione delle spese di investimento, si privilegia la spesa corrente
-i fondi irrisori messi a disposizione della Protezione Civile, che costituisce una presenza importante nella vita di una comunità-ne abbiamo fatto esperienza durante l'alluvione dell'ottobre scorso-;si spende molto di più per altre più frivole e meno necessarie organizzazioni
-la mensa scolastica: l'Amministrazione non riesce, o non vuole, stanare "i furbetti" che fanno mangiare i propri figli  a spese della comunità, perché sono veramente molte le quote non pagate.
Un Consiglio dibattuto in cui qualcuno ha dato i voti all'Amministrazione e agli assessori.
C'è stato di tutto: bocciati con gravi  insufficienze, rimandati, promossi ...ma con una sufficienza stentata. Insomma urgono corsi ...di recupero.
Noi del PDL non abbiamo partecipato alla"caciara" spesso anche volgare, saranno i cittadini che daranno  i voti, promuoveranno o bocceranno l'Amministrazione in carica, che non ha certamente brillato per efficienza, capacità di programmazione, attitudine ad una spesa oculata.


08/03/2011
Un Consiglio Comunale tutto ...Bilancio (4/3/2011)

Un Consiglio Comunale tutto dedicato al bilancio di previsione, consiglio che si è soprattutto consumato su federalismo municipale SI, federalismo municipale NO.
Noi del PDL siamo tutti intervenuti: ecco in estrema sintesi i nostri  interventi.
M.Elena Dagnino :mancato sviluppo di Genova, mancato sviluppo di Cogoleto; incapacità di unire le forze consorziandosi con altri Comuni come stanno facendo molte Regioni (in Piemonte sono 50 le Unioni di Comuni,in Lombardia 53, nelle Marche 11...) .La  Regione Liguria è definita "Il sud del nord", agli ultimi posti nelle classifiche  tra le regioni del nord; mancato sviluppo del porto e delle infrastrutture che occorrono da anni. Quindi altri due argomenti :famiglia e scuola materna statale trascurate dal Comune, che preferisce  spendere 52.000 euro per l'orto botanico a fronte di 200 euro di incasso, piuttosto che aiutare le famiglie numerose  e dare una sede adeguata alla scuola materna statale (come Villa Nasturzio o Isorella) dove 126 alunni vivono in uno spazio costruito per la metà.
Casella di testo: Federico Giusto: proposta per i parcheggi allo scopo di favorire i residenti delle frazioni quando scendono a Cogoleto.
Gianni Siri:intervento  sui mancati risparmi, su una spesa  esclusivamente destinata  al mantenimento dell'apparato burocratico, alla conservazione  dei servizi già esistenti , destinando al loro funzionamento ben 11.863.100 euro dei 12.311.700 delle risorse disponibili; agli investimenti solo 448.600. Manca la reale capacità di reperire risorse nel nostro Comune: si teme che con il federalismo municipale  le entrate non saranno sufficienti a coprire i trasferimenti statali.
Ma non è il caso di smetterla di contare sull'intervento esterno dello Stato ed affrontare invece le proprie responsabilità avvalendosi delle risorse disponibili sul nostro territorio, in ossequio al principio di autonomia sancito dalla Costituzione?

Ma nella dichiarazione di voto abbiamo condensato la nostra posizione, ribadendo la nostra scelta sul federalismo che consideriamo una grande riforma con la quale si riuscirà finalmente a superare il criterio della  spesa storica, spesso improduttiva, crierio infernale perché più spendi più sei premiato, realizzando così un incentivo all'inefficienza.Il criterio del fabbisogno standard invece è diretto a identificare  il costo efficiente  di un servizio, che diventa il parametro in base al quale rapportare  le risorse finanziarie autonome.La vera novità sta nella metodologia: in passato si è sempre fallito quando si è cercato di colpire gli sprechi; ora il governo ha introdotto un nuovo metodo, quello degli studi di settore, da anni applicato a tre milioni di contribuenti, che viene esteso agli Enti Locali e che sarà risolutivo contro gli sprechi. Da fine anno inoltre qualunque cittadino troverà su Internet il fabbisogno del suo Comune, servizio per servizio, ed entro tre anni tutti i servizi saranno on-line. Per quanto riguarda  la polemica sulla nuova imposta-l'IMU-va chiarito che essa assorbe anche l'IRPEF fondiaria che ogni italiano oggi paga  nella dichiarazione dei redditi;l'aliquota fissata al 7,6% è stata scelta perché resti invariata la pressione fiscale,i Comuni inoltre hanno la possibilità di ridurla  del 50 per cento per le attività di impresa.
Inoltre l'IVA -a cui i Comuni  comparteciperanno per oltre tre miliardi di euro- sarà quella che realmente viene raccolta  sul territorio e non più legata alla sede  legale della società, inoltre resterà al Comune  senza passare da fondi perequativi.
Il federalismo è una svolta storica dalla quale l'opposizione  ha deciso di restare fuori solo per motivi di bassa tattica politica!
Il bilancio è stato approvato dai 9 consiglieri di maggioranza, il gruppo di Pansolin e Baratella si è astenuto, PdL-Lega ,insieme a Ravenna, hanno votato contro. 

P.S.E' stato approvato all'unanimità il regolamento per la biblioteca comunale, mentre le interrogazioni ed espressioni di sentimento sono sate rimandate al prossimo Consiglio, che ci sarà a fine mese  per approvare il bilancio consuntivo.


18/02/2011
Ma  quale  collaborazione ?
Mercoledì  16 febbraio  in Senato è stato votato il decreto Milleproroghe , fra cui 100 milioni di fondi  per i danni dell'alluvione dell'ottobre scorso: i senatori liguri di sinistra, insieme a quelli dell'UDC e Musso, hanno votato contro,  mentre il giorno prima si erano attribuiti il merito di tale stanziamento.In una intervista al Giornale infatti Burlando aveva parlato di collaborazione fra i parlamentari liguri su questo problema, collaborazione che è durata  nemmeno un giorno!
Tutti i senatori liguri del PdL  e della Lega, in primis Giorgio Bornacin, erano presenti in Senato e hanno votato compatti a favore: noi li ringraziamo, sperando che di quei 100 milioni  qualcosa  arrivi anche a Cogoleto.


08/02/2011
Un   Consiglio  Comunale tutto di .....sì.
Il Consiglio Comunale del I° febbraio 2011  aveva solo due punti all'o.d.g (dopo ben 66 giorni dall'ultimo  Consiglio!),